SC segrate.jpeg

Story Corner

Story Corner è un progetto sostenuto da WorldBridge Education, e con il patrocinio di Fondazione di Comunità Milano, che ha lo scopo di promuovere l'integrazione attraverso laboratori di lettura bilingue all'interno del territorio segratese.

  • Facebook
  • Instagram

Il progetto

In un panorama in cui, dopo quasi due anni da inizio 2020, la situazione socio-culturale ha imposto limiti e generato divari, emerge il bisogno di recuperare un tempo prezioso che troppo a lungo è stato segnato da silenzi “assordanti” e da una crescenti divari. La cultura e il modo di vivere il territorio si sono gradualmente modificati, le differenze già esistenti si sono inesorabilmente accentuate, lasciando spazio a prospettive divergenti che se non integrate rischiano una stasi. In questo quadro, i bambini - più di chiunque altro - sono capaci di trovare nuovi equilibri e guardare il mondo con curiosità superando i vincoli culturali, possibile ostacolo all’integrazione. 

Ispirandosi a questi pensieri, e avendo vissuto in modo diretto tali limiti,  Worldbridge Education propone la creazione di uno spazio per favorire l’ampliamento del territorio - psichico e geografico - dove la lettura diventa uno strumento importante. A fronte della miriade di stimoli a cui siamo sottoposti quotidianamente, il tempo dedicato ai libri ha l’obiettivo di abbattere delle barriere, facendo in modo che chiunque possa sentirsi coinvolto in prima persona.

Il progetto sarà strutturato in tre parti. Una prima fase analitica e di mappatura preparatoria vedrà il coinvolgimento degli attori del territorio al fine di conoscere a fondo le esigenze e impostare gli step successivi per incrementarne l’impatto. La seconda vedrà la partecipazione diretta di bambini e famiglie attraverso degli incontri di letture animate bilingue guidati da esperti, interpreti e mediatori culturali, facendo emergere le particolarità che ciascuna cultura porta con sé. La terza fase sarà quella di restituzione alla cittadinanza attraverso la realizzazione di artefatti che nel tempo continuino a favorire l’incontro: un libro,  e una mostra che raccontino l’esperienza dei laboratori, la diffusione di piccoli angoli bookcorner sul territorio in cui trovare testi multiculturali e una mappa etnolinguistica rappresentativa del tessuto sociale variegato segratese.